Home Il premio Calamandrei Quaderni del Calamandrei collana "impresa e società" Mercato unico, moneta unica (QI)

 


 

7)
Sergio Romano
MERCATO UNICO. MONETA UNICA.
MONDIALIZZAZIONE DELL'ECONOMIA.
LE 3 CURVE DELL'EUROPA

(pag.30 - settembre 1997)

 

 

 

Quaderno: le tre curve dell'Europa

Jesi - La collana "impresa e società" del Centro Studi Calamandrei si è arricchita di un nuovo quaderno. E' il settimo, porta il titolo "Mercato unico, Moneta unica, Mondializzazione dell'economia, le 3 curve dell'Europa" ed è un breve saggio che ripropone i temi trattati da Sergio Romano nel corso della lezione tenuta di fronte a studenti ed insegnanti dei  Licei jesini nell'aprile scorso. In quella occasione, resa possibile al "Calamandrei" grazie alla fattiva collaborazione dell'AP Italia di Moie, l'azienda che ha stretti legami con il centro stud jesino, Romano richisamò nell' Aula Magna del Liceo Scientifico un gran numero di uditori, molti dei quali anche estranei al mondo scolastico. Quella lezione-relazione orale oggi è divenuta una realtà scritta, contenuta nel 7° quaderno dell'interessante collana.
Sergio Romano perte dall'idea dell'Europa che si fecero i governanti all'indomani dell'immane conflitto mondiale; era quella di trasformare l'Europa divisa in una Europa unita. Un'idea, a dire il vero, che fu oggetto di discussione fin dall' ottocento e che a partire dal 1945 diventa dibattito attuale e politicamente affrontato in tutti i paesi del continente europeo. L'Europa diventa un fattore di modernizzazione per gli italiani che cambiano costumi di vita, metodi di lavoro, criteri di gestione. Romano disegna tre curve immaginarie che, partendo da tempi diversi ed anche lontani tra loro si trovano in questo scorcio di '97 e nel '98 a confluire in un unico obiettivo. La prima curva e quella del Mercato unico attraverso il quale si sono posti i capisaldi della libertà di mercato, della libera circolazione delle merci, dei capitali, dei servizi e delle persone, l'abbattimento delle frontiere doganali. La seconda curva è quella della moneta unica, dell'Euro che sostituirà le singole monete  nazionali per un unico mercato. La terza curva rappresenta la mondializzazione o globalizzazione del mercato che tiene conto dei grossi sistemi economici già affermatii e di quelli che stanno oggi affacciandosi prepotentemente. " Se i nostri Paesi europei andassero al mercato mondiale da soli, in ordine sparso, tutti, anche la stessa Germania, finirebbero per essere sconfitti e travolti da giocatori maggiori " sono le conclusioni di Sergio Romano, gran conoscitore delle cose del mondo per essere stato 35 anni in diplomazia, tra l'altro in posizioni strategiche come ambasciatore alla Nato ed a Mosca.

(dal "Resto del Carlino" del 17 ottobre 1997)

Pubblicato il settimo quaderno del Centro Studi
L'EUROPA E LA MODERNITA NEL VOLUME CALAMANDREI

E' uscito il settimo quaderno della collana "impresa e società " del Centro Studi Calamandrei intitolato "Mercato unico, Moneta unica, Mondializzazione dell'economia: le tre curve dell'Europa " . Basato sulla convinzione  dell'Europa come fattore di modernizzazione,  "ci siamo modernizzati, siamo molto diversi dqgli italiani di cinquant'anni fa, perchè l'Europa ci ha costretto ad adattare sempre più i nostri costumi di vita, i nostri metodi di lavoro, i nostri criteri di gestione", Sergio Romano traccia su una lavagna immaginaria il percorso di tre curve, una serie di parabole che, che partite in tempi diversi e lontani, stanno confluendo in questo scorcio di 1997 e inizio 1998.
La curva del Mercato Unico che, attraverso lo smantellamento di tutte le barriere non doganali, si pone l'obiettivo della libertà del mercato, della libera circolazione delle merci, dei capitali, dei servizi, delle persone. La curva della Moneta Unica  che, passando attraverso i criteri di convergenza, porta all'Euro, la moneta che sostituirà tutte le monete nazionali, perchè senza moneta unica non si fa il mercato unico. La curva della Mondializzazione, o globalizzazione che dir si voglia, che tiene conto dei nuovi soggetti economici già apparsi e affermatisi in Asia (come Formosa, Corea, Indonesia, Malesia, Thailandia), e di quelli che stanno affacciandosi prepotentemente oggi, come la Cina, l'India, l'America Centro Meridionale. " Se i nostri paesi europei andassero al mercato mondiali da soli, in ordine sparso, tutti, anche la Germania stessa, finirebbero per essere sconfitti e travolti da giocatori maggiori" sono le conclusioni di Sergio Romano, gran conoscitore delle cose del mondo per essere stato 35 anni in diplomazia, tra l'altro in posizioni strategiche come ambasciatore alla Nato e a Mosca. Come storico ha pubblicato molti volumi e saggi per i tipi delle maggiori case editrici e insegnato nelle migliori Università italiane e straniere.
Il 9 aprile scorso, Sergio Romano che svolge tra l'altro l'attività di opinionista per "La Stampa" e per "Panorama" , era stato invitato a Jesi dal Centro Studi Calamandrei e dalla Automotive Products Italia spa di Moie ed aveva tenuto su questi argomenti una applauditissima lezione presso l'Aula Magna del Liceo Scientifico di fronte ad un pubblico straripante di studenti e professori. La sua conferenza è poi diventato il contenuto di questo Quaderno n.7

(dal "Corriere Adriatico" del 18 ottobre 1997)