Home Cose da Jesi - Logica Progetto Museo virtuale a Federico II

 



 

A PROPOSITO DEL MUSEO
VIRTUALE DI FEDERICO II

Finalmente è stato messo in pista.
Onore a chi lo rende possibile con  un bel pacco di soldi.

Epperò.

Epperò qualche riconoscimento sulla primogenitura andava fatto. Siccome non è successo nella conferenza stampa di lancio, ci corre l'obbligo di ricordare quando come e a chi è venuto in mente.
Siamo nel 2 Giugno 1995.
Conferenza del Centro Calamandrei al Palazzo della Signoria con Carlo Callieri, a quel tempo Vice Presidente della Confindustria nazionale nonché Direttore Centrale Fiat.
Commentando (nel lungo viaggio di andata e ritorno in auto da e per Torino con il nostro Gian Franco Berti), l'inattualità di commemorare Federico II con una statua e la battaglia persa contro la sua erezione, Callieri suggerì al Centro Calamandrei di fare la proposta alternativa per un museo virtuale (a quel tempo molto di moda per la novità), da posizionare nella Chiesa di S.Agostino così da recuperarla, coinvolgendo per il finanziamento un imprenditore locale. Suggerimento recepito e adottato immediatamente, con la preghiera di essere lui, Callieri, a parlarne per nostro conto direttamente a Gennaro Pieralisi in occasione di un incontro istituzionale in Confindustria.
Cosa che avvenne nell'arco di poche settimane; tanto è vero che Gennaro Pieralisi, al rientro da Roma, convocò il nostro Berti per capirne di più e per chiedere una prima traccia di interventi utili alla messa in opera del progetto.
Tutto questo tra il 2 Giugno e l'autunno1995. Dopo di quel periodo, per gli oltre 20 anni a seguire, il tema è stato totalmente fuori dalla nostra portata e altrettanto totalmente nelle capaci mani di chi l'ha portato avanti.
Ma Carlo Callieri? vogliamo almeno ricordare che l'idea fu sua? e il Calamandrei che cavalcò l'idea, sia pure strumentalmente per opporsi alla statua?

 

 

 

 


 

 

Da: armando ginesi 
Inviato: giovedì 5 maggio 2016 12:46
A: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Oggetto: centropierocalamandrei.it: Museo virtuale Federico II

Questa è una e-mail di contatto dal sito http://www.centropierocalamandrei.it/ inviata da:
armando ginesi < Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. >

Tutto vero quello che è scritto nel testo relativo al Museo virtuale Federico II. Ne sono testimone diretto.
Semmai ci sarebbero altre cose da dire. Ma non è compito mio. Sarebbe della stampa locale, se ci fosse.