Home Il premio Calamandrei Quaderni del Calamandrei collana "altrasocietà" Il manifesto di Ventotene

 

 

 

 

"............ Fu così che si fece strada, nella mente di alcuni, l'idea centrale che la contraddizione essenziale, responsabile delle crisi, delle guerre, delle miserie e degli sfruttamenti che travagliano la nostra società, è l'esistenza di stati sovrani, geograficamente, economicamente, militarmente individuati, consideranti gli altri stati come concorrenti e potenziali nemici, viventi gli uni rispetto agli altri in una situazione di perpetuo bellum omnium contra omnes ".
Eugenio Colorni

ooOoo


" Perché siamo stati capaci di guardare così lontano? Vicino a noi non c'era niente: dovevamo per forza avere una visuale in grado di superare la linea dell'orizzonte delimitata da sassi e mare".
Ernesto Rossi

 


 

ALTIERO SPINELLI (Roma 1907 - Roma 1986 )
Politico e scrittore e spesso critico come padre fondatore dell'Europa.Nel 1943 fondò il Movimento Federalista Europeo, fu membro della Commissione Europea (1970-1976), del Parlamento Italiano (1976) e, quindi, del primo Parlamento Europeo nel 1984. Il suo impegno politico iniziò con l'iscrizione al Partito Comunista Italiano nel 1924, anno dell'assassinio di Giacomo Matteotti. Nel 1927, sulla base delle leggi speciali per gli oppositori politici, fu arrestato: scontò 10 anni di carcere, prima di essere trasferito al confino di Ventotene. Nel 1937 fu espulso dal Partito Comunista. Durante il confine, con la collaborazione di Ernesto Rossi e di Eugenio Colorni, elaborò il documento base del Federalismo Europeo: "Il Manifesto per un'Europa Libera e Unita" poi conosciuto come il Manifesto di Ventotene.


ERNESTO ROSSI (Caserta 1897-Roma 1987)
Politico, giornalista, economista, antifascista. Nel dopoguerra (1919) iniziò un forte e lungo legame con Gaetano Salvemini; con il gruppo salveminiano fondò il giornale clandestino "Non Mollare. Insieme a Riccardo Bauer, fu dirigente della organizzazione interna di Giustizia e Libertà. Venne arrestato nel 1930, scontò 9 anni di carcere a altri 4 di confine a Ventotene, dove insieme ad Altiero Spinelli e Eugenio Colorni, maturò quelle idee federaliste che si espressero conpiutamente nel Manifesto. Dopo la Liberazione, fu sottosegretario  del governo Parri, come rappresentante del Partito d'Azione. Allo scioglimento di quel Partito, aderì aòl Partito radicale inziando un'intensa attività di scrittore e giornalista d'inchiesta.


 

 

da "Il Resto del Carlino" di giovedì 23 marzo 2013


MANIFESTO DI VENTOTENE
CONSEGNATO AI MATURANDI

Ben 800 studenti maturandi riceveranno, grazie al Centro Studi Calamandrei che lo ha edito in uno dei suoi "Quaderni" e all'amministrazione comunale, "Il Manifesto di Ventotene",  il documento steso nel 1941 da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi che ha ispirato l'Unione europea. L'iniziativa presentata alla presenza del dirigente dell'Itas Galilei Floriano Tittarelli in rappresentanza di tutte le scuole, nasce in occasione dei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma che ricorrono sabato.
"Mentre qualcuno distribuisce manifestini di controinformazione e poco rispondenti al vero (il Comitato Nessuno Tocchi Pergolesi n.d.r.) - dice l'assessore Butini - c'è chi distribuisce il Manifesto di Ventotene".