Home Eventi Teatro & Cinema 2018 Fendendo le stelle

 

 

Voglio raccontare le cose che conosco soltanto io.
Non per rivelare un altro Majakovskij
- perchè Majakovskij era un tutto unico -
ma per mostrare quell'aspetto
del poeta e dell'uomo
che sono pochi a conoscere.
Lili Brik

*
link del trailer

https://youtu.be/ei_u9Jt4zS4

 

 


 

 

Eccoci qua, due giorni dopo il bel debutto di "Fendendo le stelle. Il pianeta Majakovskij" al Teatro Pergolesi di Jesi. Due repliche, una la mattina per le scuole, la sera aperta a tutti. Il pubblico dei ragazzi è stato attento, partecipe: mi dicono che qualcuno di loro si è anche asciugato qualche lacrima. Li abbiamo contagiati. Dopo lo spettacolo siamo rimasti a fare due chiacchiere insieme. Anche nella replica serale c'è stato un bel pubblico, generoso, coinvolto. Noi siamo molto soddisfatti, il parto dello spettacolo non è stato semplice, lo spettacolo in se stesso non è semplice: è molto articolato, con tanti brani musicali, 10 scene, un interessante e corposo percorso video che sostiene e colora la narrazione. Durante l'avvicinamento alla data del debutto lo spettacolo si è arricchito, è cambiato, anche in conseguenza della generosa disponibilità e del prezioso contributo di Martina MirabellaFrancesca UguzzoniSilvia Uguzzoni (che si è anche occupata della parte relativa ai video), attrici che non si sono mai tirate indietro e che alla fine hanno disegnato il personaggio di Lilja Brik con grande passione e sensibilità artistica. Vorrei approfittare di questo post per ringraziare tutti quelli che ci sono stati vicini: parenti, amici nella vita ma anche quelli di FB. Un grande grazie a Paolo F. Appignanesi e ai tecnici Marco, Simone e Marco della Fondazione Pergolesi Spontini, che ci hanno assistito in modo ineccepibile da un punto di vista professionale e che, vorrei sottolineare, anche dal punto di vista umano sono stati davvero gentili e sempre pronti a darci una mano e a risolvere i problemi o suggerire soluzioni.
In ultimo non mi rimane che ringraziare Gian Franco Berti, Presidente del Centro Studi Piero Calamandrei di Jesi per averci dato la seconda occasione (dopo la "Paga del sabato" di Beppe Fenoglio del 2014) di esibirci in un magnifico teatro.

DIREMARE TEATRO Associazione Culturale

www.diremare.orgFacebook | 3392471440

 

 



dal "Corriere Adriatico" di lunedì 8 ottobre 2018




foto di Adriana Argalia


 

 

 


 

Il pianeta Majakovskij, 
debutto nazionale al Pergolesi

JESI – 24 settembre 2018 -  Debutto nazionale per “Fendendo le stelle. Il pianeta Majakovskij” spettacolo prodotto dal Centro Studi Piero Calamandrei di Jesi con l’associazione culturale Diremare Teatro di Firenze. Lo spettacolo andrà in scena al Teatro Pergolesi il prossimo 5 ottobre, ore 21.15 (prevendite e biglietti alla biglietteria del Teatro).
La diffusione è del Centro Studi Piero Calamandrei in collaborazione con il Circolo Sandro Pertini di Jesi e con l’Istituto Marchigiano Antonio Gramsci. E’ prevista un’anteprima alle ore 11 dello stesso giorno per i liceali maturandi e sarà introdotto alle ore 18 in Pinacoteca dal grande storico Angelo d’Orsi che presenterà “1917. L’anno della Rivoluzione”. L’opera è una lettura scenica dedicata al grande poeta Vladimir Vladímirovič Majakovskij con Alessandro Varrucciu che ha curato l’adattamento e la regia, Francesca Uguzzoni, Martina Mirabella e Silvia Uguzzoni.
«L’opera del poeta russo è vasta e presenta caratteristiche molto varie: poesie, testi teatrali, poemi, saggi critici, slogan, sceneggiature per il cinema – spiega il regista – Per raccontare questa incredibile storia, ricca di poesia, passione ed impegno politico (sia prima che dopo la Rivoluzione d’ottobre, con i borghesi e i burocrati come bersagli delle sue feroci invettive), ci siamo affidati, quindi, alla voce di Lili Jur’evna Brik, la donna che ha accompagnato la breve vita (artistica, pubblica, privata) di Majakovskij». Dalla storia riaffiorano ricordi personali e l’atmosfera di un’età caratterizzata da grandi eventi storico-culturali: la rivoluzione d’ottobre, gli anni di freddo e di fame, lo slancio creativo della cultura, delle arti. In scena si avvicendano tre attrici (Martina Mirabella, Francesca Uguzzoni, Silvia Uguzzoni), che interpretano il ruolo di Lili Brik, alle quali è affidato il compito di guidare lo spettatore alla scoperta del pianeta Majakovskij.
Il poeta (interpretato da Alessandro Varrucciu) vive in voce ed in effetti-ombra (dietro uno schermo bianco) per quasi tutto lo spettacolo, e non è mai sullo stesso piano temporale della sua compagna evocatrice. Le sua presenza in scena, sempre caratterizzata da video che lo sostengono e lo immergono nella temperie culturale del tempo, si fa sempre più assidua man mano che si avvicina la sua tragica fine. La tensione e l’emozione creata dal racconto di Lilja Brik, dai versi di Majakovskij, dai video dichiaratamente ispirati al lavoro di un contemporaneo e compagno di Majakovskij, il grande Aleksandr Michajlovič Rodčenko, proietta il pubblico nel Pianeta Majakovskij.

Eleonora Dottori

da "Centropagina" del 24 settembre 2018


 

 


dal "Corriere Adriatico" di Domenica 30 settembre 2018

 


 

 



da "Voce della Vallesina" di domenica 30 settembre

 


 

Majakovskij entra in scena con lo spettacolo 
” Fendendo le stelle”

JESI –  29 settembre 2018 - “L’ artista poliedrico, l’uomo di pensiero, il poeta, l’interprete di un evento monumentale come puó essere stata la Rivoluzione d’Ottobre” sono le parole che ha usato Gian Franco Berti del Centro Studi P. Calamandrei per parlare del personaggio di Majakovskij, protagonista dello spettacolo teatrale “Fendendo le stelle”, in programmazione per il prossimo 5 Ottobre al Teatro Pergolesi di Jesi.
Lo spettacolo, realizzato appunto dal Centro Studi Calamandrei, in collaborazione con Comune di JesiFondazione Pergolesi Spontini vuole offrire argomento di riflessione e raccontare i movimenti culturali incredibili, e positivi, che la Rivoluzione Russa ha apportato nelle arti visive e nella letteratura. Si cerca in questo modo di trasferire l’ attualità del personaggio di Majakovskij, rappresentato fisicamente dal regista Alessandro Verrucciu, che verrà però raccontato dalle parole di Lilja Brik, sua musa, interpretata in scena da ben tre attrici: Martina MirabellaFrancesca UguzzoniSilviaUguzzonigarantiranno dinamismo all’interno dello spettacolo, che si propone non solo come semplice lettura scenica del copione, ma aggiunge anche parti recitate. A supporto della scenografia ci saranno 4 video: in essi sará importante la presenza di immagini o parti di esse, tagliate e rimontate un po’ alla maniera del grande artista russo Rodčenko, come altrettanto imponente sarà la funzione della musica, la cui colonna sonora é stata realizzata da due autori islandesi, che fungerá o da stacco dalle scene o da vero e proprio sostegno alla recitazione.
“La Rivoluzione d’ Ottobre é stata una rivoluzione con cui facciamo i conti ancora oggi. Questo é uno spettacolo che riserva grandi aspettative, e che se avrà buon esito, verrá trasferito a Torino”dice Gian Franco Berti.
“Uno spettacolo irrinunciabile” aggiunge l’ Assessore alla Cultura Luca Butini.
Lo spettacolo, nello specifico, prevede una proposta al mattino per i più giovani, e una serale per il resto del pubblico. Per contestualizzare lo spettacolo serale, alle ore 18.00 di venerdì 5 Ottobre alla Pinacoteca Civica di Jesi é previsto un incontro, aperto al pubblico, con il Professor Angelo D’Orsi, che approfondirà la tematica relativa alla Rivoluzione d’Ottobre, con riferimento anche allo spettacolo.
Giovanna Borrelli

 


 



dal "Corriere Adriatico" di venerdì 5 ottobre 2018

 



 

Venerdì 5 ottobre 2018, ore 21.15 - Jesi, Teatro G.B. Pergolesi
FENDENDO LE STELLE
IL PIANETA MAJAKOVSKIJ

con Martina Mirabella, Francesca Uguzzoni, Silvia Uguzzoni, Alessandro Varrucciu
adattamento e regia Alessandro Varrucciu
a cura di Diremare Teatro Associazione Culturale e
centro studi piero calamandrei
in collaborazione con il Circolo Sandro Pertini di Jesi
e con
Istituto Gramsci Marche
prima nazionale

“voglio raccontare le cose che conosco soltanto io. Non per rilevare un altro Majakovskij – perchè Majakovskij era un tutto unico – ma per mostrare quell’aspetto del poeta e dell’uomo che sono pochi a conoscere” Lili Brik

L’opera è una lettura scenica dedicata al grande poeta Vladimir Vladímirovič Majakovskij con Alessandro Varrucciu che ha curato l’adattamento e la regia, Francesca Uguzzoni, Martina Mirabella e Silvia Uguzzoni.
«L’opera del poeta russo è vasta e presenta caratteristiche molto varie: poesie, testi teatrali, poemi, saggi critici, slogan, sceneggiature per il cinema – spiega il regista – Per raccontare questa incredibile storia, ricca di poesia, passione ed impegno politico (sia prima che dopo la Rivoluzione d’ottobre, con i borghesi e i burocrati come bersagli delle sue feroci invettive), ci siamo affidati, quindi, alla voce di Lili Jur’evna Brik, la donna che ha accompagnato la breve vita (artistica, pubblica, privata) di Majakovskij».
Dalla storia riaffiorano ricordi personali e l’atmosfera di un’età caratterizzata da grandi eventi storico-culturali: la rivoluzione d’ottobre, gli anni di freddo e di fame, lo slancio creativo della cultura, delle arti.
In scena si avvicendano tre attrici (Martina Mirabella, Francesca Uguzzoni, Silvia Uguzzoni), che interpretano il ruolo di Lili Brik. A loro è affidato il compito di guidare lo spettatore alla scoperta del pianeta Majakovskij.
Il poeta (interpretato da Alessandro Varrucciu) vive in voce ed in effetti-ombra (dietro uno schermo bianco) per quasi tutto lo spettacolo, e non è mai sullo stesso piano temporale della sua compagna evocatrice. La sua presenza in scena, sempre caratterizzata da video che lo sostengono e lo immergono nella temperie culturale del tempo, si fa sempre più assidua man mano che si avvicina la sua tragica fine.
La tensione e l’emozione creata dal racconto di Lilja Brik, dai versi di Majakovskij, dai video dichiaratamente ispirati al lavoro di un contemporaneo e compagno di Majakovskij, il grande Aleksandr Michajlovič Rodčenko, proietta il pubblico nel Pianeta Majakovskij.

Venerdì 5 ottobre alle ore 11 recita per le scuole e alle ore 18 nella Galleria di Palazzo Pianetti presentazione del libro “1917. L’anno della Rivoluzione” con l’autore Prof. Angelo d’Orsi.

da "magic Marche" - eventi