Home Il premio Calamandrei Quaderni del Calamandrei collana "impresa e società" Guggenheim

 


 

11)
Philip Rylands
SPONSORIZZAZIONE ARTISTICA,
IL <TERZO SETTORE> E LA COLLEZIONE
PEGGY GUGGENHEIM

(pag. 48 - settembre 1008)

 

 

 

 

 

(quarta di copertina)

Per quale motivo il mondo economico dovrebbe sponsorizzare l'arte? Il saggio parte dall'analisi del punto di vista dell'imprenditore, tratteggiando lo scenario e le ragioni di una filantropia culturale di cui benefica lo sponsor. Sono poi affrontati gli aspetti culturali ed economici della Collezione Peggy Guggenheim, sulla base dell'esperienza dell'autore nel gestire ed amministrare questo museo americano di arte moderna che ha sede a Venezia. Nella terza parte, viene esaminato il punto di vista dell'istituzione culturale. Infine l'autore descrive un modello per la politica commerciale e la raccolta fondi di un museo. Nel corso del saggio, viene fatto notare come l'importanza del settore non lucrativo sia in continuo aumento nella società italiana, e come sia sempre più riconosciuto dalla legislazione e dall'opinione pubblica. Allo stesso tempo, la richiesta di professionalità ed efficienza dei musei sta avvicinando le culture organizzative del mondo imprenditoriale a quelle del mondo dell'arte.

Philip Rylands è nato a Londra nel 1950. Si è laureato in Storia e Storia dell'Arte al King's College di Cambridge, e nel 1981 ha conseguito il Ph.D presso l'Universita di Cambridge con una tesi dedicata al pittore rinascimentale veneto Palma il Vecchio. Dal 1974 al 1984 ha lavorato per il "Venice in Peril Fund", un comitato privato dedito alla salvaguardia dell'arte e architettura veneziana a quel tempo impegnato nei lavori di restauro della Porta della Carta, di San Nicolò dei Mendicoli, della Basilica di Torcello e dell'Oratorio dei Crociferi. Ha pubblicato numerosi libri quali "Restoring Venice: The Church of the Madonna dell'Orto" (1976), "Palma il Vecchio" (1988 -ediz. ingl. 1992), "Flying the Flag for Art: The United States and the Venice Biennale 1895-1991" (1993). Dal 1979 è Deputy Director della Collezione Peggy Guggenheim (Fondazione Salomon R. Guggenheim). Tiene occasionalmente conferenze e seminari per alcuni istituti universitari, scrive articoli per giornali e riviste, e saggi per i cataloghi delle mostre della Peggy Guggenheim Collection.